avviso meteo

Allerta meteo del 30 gennaio 2014

EMESSO AVVISO METEO/CRITICITÀ
Valido dalle ore 13.30 di Giovedì, 30 Gennaio 2014 alle ore 00.00 di Sabato, 01 Febbraio 2014

PER PIOGGIA e TEMPORALI: possibili allagamenti localizzati ad opera del reticolo idraulico secondario e/o fenomeni di rigurgito del sistema di smaltimento delle acque piovane con coinvolgimento delle aree urbane più depresse. Possibilità di allagamenti e danni ai locali interrati, di provvisoria interruzione della viabilità, specie nelle zone più depresse, scorrimento superficiale nelle sedi stradali urbane ed extraurbane, possibilità di innesco di frane e smottamenti localizzati dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica. Al manifestarsi di eventi intensi, quali temporali accompagnati da fulmini, rovesci di pioggia e grandinate, d’incerta previsione sia spaziale che temporale, gli effetti sul territorio potranno essere localmente anche significativi.
PER VENTO: possibilità di blackout elettrici e telefonici, di caduta di alberi, cornicioni e tegole, di danneggiamenti alle strutture provvisorie. Possibili problemi alla circolazione stradale, ai collegamenti marittimi e alle attività marittime.
PER MARE: possibili problemi ai tratti stradali a ridosso della battigia, agli stabilimenti balneari. Possibili ritardi nei collegamenti marittimi. Possibili problemi alle attività marittime. Possibile pericolo per la navigazione di diporto. Possibile pericolo per i bagnanti.

Evoluzione


Meteo: Nelle prossime 6 ore si prevedono ancora precipitazioni su gran parte della regione, più intense lungo la fascia costiera e più insistenti sui rilievi appenninici settentrionali (con quota neve intorno ai 1000 metri in rialzo). Cumulati massimi fino a 20-40 mm sulle aree C e F, 60-80 mm sui rilievi delle aree A e parte occidentale di B (di cui una parte sottoforma di neve). In seguito, dopo le 18:00, ulteriore intensificazione delle precipitazioni.

Effetti al suolo: Nelle prossime ore i livelli idrometrici di gran parte dei fiumi continueranno a salire, localmente anche in maniera più repentina di quanto già accaduto, specie in concomitanza dei rovesci più intensi, come specificato sopra nella sezione meteo, determinando quindi possibili criticità idrogeologiche e idrauliche, per il momento, più probabili sui reticoli minori, ma in estensione anche alle aste fluviali principali come il Magra, il Serchio, l’Arno, l’Ombrone Pistoiese, il Bisenzio, la Sieve, il Cecina, l’Elsa, l’Era. Saranno inoltre possibili riattivazioni di dissesti geomorfologici in zone già interessate nei giorni precedenti dalle abbondanti e ripetute piogge nonché saranno possibili nuovi smottamenti e frane.

Allerta 2 qui il Allerta Meteo del 30.1.2014

 

 

Rispondi